Amarcord (film, 1976)

Amarcord (1976) è un film commedia diretto da Federico Fellini, interpretato da Pupella Maggio, Armando Brancia, Magali Noël, Ciccio Ingrassia, Nando Orfei. Nel 1975 vinse il premio Oscar come miglior film straniero.

Trama

A Borgo, tra il 1930 e il 1935, l’adolescente Titta cresce subendo condizionamenti entro e fuori dell’ambito domestico. Mentre tenta di affermare la propria personalità, gli sovvengono molteplici ricordi: suo padre Aurelio è un piccolo impresario edile perennemente in discordia con la moglie Miranda; zio Pataca vegeta alle spalle dei parenti; zio Teo è ricoverato in manicomio; il nonno si gode egoisticamente una salute di ferro, non trascurando di prendersi delle libertà con la domestica. Nella provinciale cittadina emergono diverse figure, come la procace Gradisca, la tabaccaia mastodontica, il matto Giudizio, il motociclista esibizionista e tutta una galleria di personaggi che, agendo nel mondo della scuola, della chiesa, nelle feste fasciste, nelle celebrazioni folcloristiche o negli avvenimenti eccezionali, rivelano caratteristiche bislacche. Le stagioni trascorrono inesorabili, scandite dal cadere della neve o dalle “manine” staccatesi dai primi fiori primaverili.

 

Barra laterale